In molte zone dell’Italia il mese di gennaio è un periodo troppo freddo per effettuare la maggior parte dei lavori utili al frutteto.

In questo caso si può approfittarne per dedicarsi alla progettazione dei lavori da effettuare durante l’annata e magari alla manutenzione degli attrezzi.

Dove le temperature lo consentono tuttavia si può fare alcuni lavori di potatura oppure mettere a dimora nuove piante di diverse specie.

Concimazioni

La concimazione annuale del frutteto si attua solitamente tra l’autunno e l’inverno. Chi ancora non ha concimato a novembre o dicembre può rimediare in gennaio. Nel frutteto biologico bisogna utilizzare concimi di origine naturale: sostanze organiche o minerali. Il letame maturo, meglio se equino è un’ottimo fertilizzante completo. I concimi possono esser zappettati nello strato superiore del terreno per incorporarli al suolo.

Pacciamatura

Durante i mesi invernali ha senso predisporre una pacciamatura intorno ai tronchi delle piante da frutto, che possa tenere al calduccio gli apparati radicali. Si può usare paglia o compost ben maturo.

Attenzione alle nevicate

A gennaio spesso si verificano nevicate. Nel frutteto bisogna fare molta attenzione che la neve caduta non si accumuli troppo sulle chiome degli alberi, sovraccaricando eccessivamente alcuni rami e provocando rotture.

Messa a dimora di nuove piante

Se il freddo non è troppo intenso durante il mese di gennaio si possono fare nuovi impianti di melo, pero, ciliegio, pesco, albicocco, susino e castagno.

Lavori di potatura

Alcune piante possono essere potate nel mese di gennaio, a patto che le temperature non siano troppo basse. Si può approfondire il discorso leggendo l’articolo dedicato alle potature di gennaio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.