Ho già parlato di quanto gli uccelli possono essere utili al frutteto, torno sull’argomento per parlare del picchio nello specifico. Lo faccio soprattutto per sfatare un luogo comune: il picchio non è nemico degli alberi da frutto, è anzi un grande alleato, in particolare per chi coltiva con metodo biologico.

Il picchio scavando provoca dei buchi nel fusto della pianta, questo potrebbe portare erroneamente a pensare che stia danneggiando l’albero: in realtà lo sta ripulendo.

Con il suo becco questo insetto scavatore va a cercare larve e vermi, eliminando pericolosi rodilegno e altri parassiti che mangiano il tronco da dentro. La sua è quindi un’azione chirurgica assolutamente positiva.

picchio al lavoro

Il picchio è un uccello insettivoro della famiglia dei piciformi, ne esistono diverse specie. Quello che rende caratteristico questo pennuto è l’abitudine di martellare con il suo becco appuntito i tronchi per andare a scovare insetti di cui cibarsi. Si trovano comunemente nelle campagne italiane.

Il picchio scava di più quando si tratta di nidificare, in questo caso erode maggiormente la pianta e può causarle un danno, ma si tratta di un’operazione sporadica, per cui il fastidio che provoca è ampiamente compensato dai benefici che l’uccello apporta mangiando larve rodilegno.

Questi insetti sono abbastanza solitari: picchiettando oltre a cercare insetti emette anche un suono che serve a marcare il territorio. Questo significa che nel frutteto non si verificherà mai un’invasione di picchi, si tratta di una presenza discreta molto utile a liberare le piante dai parassiti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.