Ottobre è un mese autunnale che nel frutteto può essere ricco di soddisfazioni: alcuni frutti dei mesi precedenti possono continuare a produrre, in particolare nei climi miti, e cominciano alcune frutte peculiari dell’autunno, come i kaki e i melograni.

Scoprire qual è la frutta di stagione è utile sia a chi vuole impiantare un frutteto da zero e può progettare quali varietà fruttifere mettere in modo da avere raccolto tutto l’anno, sia a chi semplicemente acquista la frutta e può orientare i suoi consumi su prodotti locali e stagionali.

L’acquisto di frutta di stagione è un buon modo per favorire l’agricoltura di filiera corta, unendo spesso all’ecologia un risparmio economico e una miglior qualità.

frutteto autunnale

Tutti i frutti di stagione a ottobre

Durante il mese di ottobre continua il raccolto delle mele e delle pere, per cui le varietà più tardive, chiamate autunno-vernine, sono in produzione proprio nei mesi autunnali.

In alcuni casi si trovano ancora uva e fichi di stagione, che sono stati caratteristici del raccolto di settembre, mentre tra i frutti di bosco possiamo cogliere le ultime more.

Le vere novità del mese sono melograni, kaki, kiwi e castagne che appunto con qualche varietà di mela sono il vero e proprio raccolto di ottobre nel frutteto.

In particolare le castagne, con il rito della gita nei boschi a raccoglierle, sono un’icona di questo periodo dell’anno, anche se purtroppo negli ultimi anni un nuovo parassita, la vespa cinese, ha danneggiato molto le produzioni dei castagni italiani.

Sempre ad ottobre si raccolgono anche altre frutte a guscio, come le noci e le nocciole, queste vengono spesso dimenticate tra i frutti di stagione visto che poi si conservano tutto l’anno e non vanno necessariamente mangiate nel periodo di raccolta.

Altra raccolta molto importante di questo mese è quella nell’oliveto, da adesso fino a dicembre a seconda della varietà e del clima si è impegnati con le olive e poi in frantoio con l’olio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.