Marzo non è un mese fecondo per la raccolta nel frutteto, in particolare se gli alberi sono coltivati nell’Italia settentrionale.

La gran parte degli alberi da frutto infatti richiede temperature miti e sole per fiorire e fruttificare, mentre il mese di marzo è preceduto dai freddi mesi invernali di gennaio e febbraio.

Per questo motivo l’unica frutta che si raccoglie in questo mese sono gli agrumi, spesso la maturazione di questi frutti al sud Italia prosegue e si protrae anche durante il mese di marzo.

Frutti in raccolto questo mese

Il raccolto di marzo è limitato all’agrumeto: si possono raccogliere quindi aranci, limoni, pompelmi, cedri, bergamotti, clementine, mandarini e mandaranci.

Le altre piante del frutteto iniziano invece in questo primo mese primaverile a schiudere le gemme, bisogna attendere fioritura e impollinazione prima di veder comparire i frutti.

Frutta di stagione di marzo

Come frutta di stagione si considera invece non solo ciò che si raccolgono durante marzo ma tutti quei frutti che seppur raccolti in un periodo precedente si mantengono senza forzature e in modo naturale fino al mese.

A marzo sono quindi frutta di stagione oltre ai già citati agrumi anche le mele, le pere, i kiwi, il melograno. Conviene orientare i propri consumi su queste varietà di frutta, in modo da poter usufruire di quanto raccolto nel proprio frutteto o quantomeno acquistare prodotti di filiera corta, favorendo l’agricoltura italiana.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.